Internazionale

David Borrelli non fa più parte del M5S

David Borrelli non fa più parte del M5S

"Prendiamo atto che Borrelli non fa più parte del MoVimento 5 Stelle", spiega in una nota Laura Agea, capo delegazione M5S al Parlamento europeo. Era stato lui a condurre, assieme alla capo comunicazione Cristina Belotti ed al funzionario di gruppo Francesco Calazzo, l'operazione - all'insaputa di gran parte dei suoi colleghi al Parlamento Ue e poi naufragata - che doveva traghettare, a metà legislatura, i grillini dal gruppo euroscettico a quello pro-Ue dei liberaldemocratici (Alde). Borrelli solo tre ore fa aveva aggiornato la sua pagina Facebook sulla quale permangono tutte le insegne del M5S.

L'eurodeputato David Borrelli ha abbandonato il Movimento 5 Stelle: da Bruxelles arriva, come un vero fulmine a ciel sereno (mica tanto, vedendo le ultime "diatribe" interne al M5s tra massoneria, rimborsopoli e caos liste), la notizia che uno degli esponenti di maggior esperienza e affidabilità dei grillini lascia la nave nel momento di massima difficoltà.

L'eurodeputato, inoltre, risulta come uno dei tre soci dell'associazione Rousseau insieme a Max Bugani e Davide Casaleggio.

Ma il Pd non crede alla motivazione ufficiale addotta dall'europarlamentare, ormai ex grillino.

Milano: bloccato un nigeriano per l'omicidio di Pamela
Il suo connazionale, Desmond Lukcy, era stato sospettato di essere il pusher che aveva fornito la dose destinata alla ragazza . Si starebbe, inoltre, cercando una quinta persona, forse una donna, che avrebbe avuto un ruolo nello smembramento del cadavere.

Borrelli è anche socio fondatore di Rousseau.

A ottobre scorso è tornato nuovamente agli onori delle cronache per un caso di "parentopoli": la sua compagna, Maria Angela Riva, era entrata in sordina, da qualche mese, nello staff di Isabella Adinolfi, un'altra eurodeputata M5S della commissione Cultura.

Continuano i problemi in quota Movimento 5 Stelle.

"Tengo a precisare - prosegue Castaldo - che abbiamo seguito la vicenda nel modo piu' deciso possibile, ma non dimentichiamo che si tratta di contributi che i deputati 5stelle hanno deciso volontariamente di restituire per le piccole e medie imprese". Lo scrive Ivan Scalfarotto del Pd su twitter.