Internazionale

Usa: strage al liceo. 17 morti in Florida

Usa: strage al liceo. 17 morti in Florida

L'ennesima strage americana si consuma in una scuola a circa un'ora a nord di Miami, in Florida.

Nikolas Cruz viene descritto come "ragazzo difficile", ex studente espulso dalla stessa scuola. Per mano di un 19enne ex studente che era stato espulso per problemi disciplinari e non nascondeva, oltre alla rabbia e al disagio, la sua passione per le armi. E' stato arrestato a Coral Springs, una città vicina, dopo una fuga durata un'ora.

Video choc: le urla e gli spari in classeIn un video girato da uno studente con uno smartphone in una classe del liceo si sentono le urla di terrore di ragazzi e ragazze e dell'insegnante. Aveva con se molte munizioni.

Renzi: "Se non vince il Pd, problema per l'Italia"
Lo ha detto il segretario Dem Matteo Renzi , parlando ad una iniziativa elettorale a Perugia . All'iniziativa in bicicletta partecipa una cinquantina di ciclisti fiorentini.

Secondo quanto dichiarato dallo sceriffo, ha usato un fucile d'assalto semi-automatico Ar-15. La sua azione è parsa attentamente preparata. 2 persone, invece, sono spirate all'ospedale dopo aver riportato gravi ferite.

FERMATO UN 18ENNE. Lo sceriffo Scott Israel, che guida le indagini sulla sparatoria nella scuola di Parkland, ha confermato che il sospetto autore della sparatoria fermato è un ex studente dell'istituto di 18 anni. Le vittime della sparatoria sono 17. I loro genitori, Fred e Jennifer Guttenberg, speravano disperatamente di trovare la figlia fino a quando ieri era è arrivata la tragica notizia, secondo la tv locale Wplg. Stando al racconto di alcuni testimoni tra le vittime ci sarebbe anche una professoressa che avrebbe protetto con il proprio corpo uno studente. È stato arrestato a tre km dalla scuola con ancora addosso la maschera antigas.

Diverse persone sono rimaste ferite in una sparatoria all'ingresso del quartier generale dell'Agenzia per la sicurezza nazionale (Nsa) degli Stati Uniti a Fort Meade, nel Maryland. Dodici persone sono morte all'interno dell'edificio, due sono state freddate all'esterno, mentre cercacano di scappare. La Florida, uno degli Stati dove è più facile comprare un'arma, è stata di recente teatro di alcuni di questi massacri. Solo in otto di questi casi non ci sono stati morti e in due episodi si è trattato di suicidi, quindi senza l'intento di fare altre vittime. Altri studenti affermano che fosse sempre armato, anche quando veniva a scuola (che sia questo il fatto che ne ha determinato l'espulsione da scuola?). "Nessun bambino, insegnante o chiunque altro dovrebbe sentirsi insicuro in una scuola americana", si legge nel suo tweet.