Tecnologia

Ecco cosa ha in programma Apple per iOS 12

Ecco cosa ha in programma Apple per iOS 12

La versione del sistema operativo per iPhone e iPad, che dovrebbe essere disponibile da questo autunno, viene arricchita con nuove informazioni.

Per avere un risultato molto simile alle animoji di iPhone X in qualsiasi iPhone, leggi questa guida.

Secondo quanto riporta un nuovo report, gli utenti di iOS 12 saranno felici di trovare diverse nuove funzionalità, tra le quali le Animoji in FaceTime, una maggiore integrazione con Siri, giochi in realtà aumentata con modalità multiplayer, miglioramenti per la funzione Non Disturbare, uno strumento di Digital Health ed altro ancora.

Apple modificherà radicalmente il proprio approccio in merito agli aggiornamenti del sistema operativo a partire da iOS 12. Questo progetto, conosciuto internamente con il nome in codice Marziana, gli sviluppatori potranno creare una sola app in grado di funzionare universalmente su iPhone, iMac e iPad.

Huawei nel mirino degli 007 Usa: "Non comprate smartphone cinesi"
Il direttore dell'FBI ha espresso preoccupazione nel consentire l'uso di smartphone prodotti da compagnie straniere fortemente legate ai governi che non condividono i loro valori.

Certo, iOS 12 non si configurerà come un aggiornamento stravolgente dal punto di vista dell'innovazione, ma scommettiamo sarete in molti a preferire una release stabile e con poche novità funzionanti, rispetto ad una farcita di opzioni inedite e di altrettanti bug.

Apple ha confermato che il codice sorgente di iBoot pubblicato su GitHub è quello reale, ma ha aggiunto anche che è vecchio di 3 anni e ha escluso potenziali implicazioni in termini di sicurezza dell'iPhone.

Mark Gurman ha recentemente affermato che Apple stravolgerà la pianificazione dei propri software, passando da una pianificazione annuale ad una biennale.

In particolare, il capo del software Craig Federighi avrà più tempo per lavorare serenamente a nuove funzionalità e concentrarsi invece alle migliorie da introdurre senza sentirsi pressato dal dover rilasciare nuove feature ogni anno. Questa decisione potrebbe derivare dal parziale fallimento di iOS 11.