Internazionale

Giornalista ucciso in Slovacchia: rilasciati sette italiani

Giornalista ucciso in Slovacchia: rilasciati sette italiani

La polizia slovacca ha confermato oggi di aver eseguito l'arresto di diversi imprenditori italiani accusati dal giornalista Jan Kuciak, ucciso domenica scorsa, di legami con la mafia.

Rimessi in libertà. I sei italiani sono stati rimessi in libertà intorno alla mezzanotte. Aktuality.sk, nella nota allegata all'articolo ha scritto che per tracciare le attività della 'ndrangheta in Slovacchia il sito aveva collaborato con il Centro ceco per il giornalismo investigativo, con l'organizzazione giornalistica italiana Irpi e l'organizzazione internazionale Occrp, che si dedica alla criminalità organizzata e della corruzione.

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail. Jan "aveva messo in piedi una collaborazione con giornalisti investigativi italiani, che potrebbero confermare le identità e i legami criminali degli italiani attivi in Slovacchia", in particolare "nell'est della Slovacchia, dove io viaggiai nel 2015 e nel 2016 sulle loro tracce...ho ancora gli screenshot delle pagine Facebook in cui il loro capo esortava al voto per il partito Smer (il partito al governo, ndr)". "Non entro nel merito dei provvedimenti adottati dall'autorità giudiziaria slovacca".

Casatenovo: al Senato si riduce il divario tra Lega e Partito Democratico
Sull'euro e la moneta unica, invece, il leader leghista ha confermato che, a suo dire, " l'euro è e resta una moneta sbagliata ". Ampio successo di lista del Movimento 5 Stelle e della Lega che prendono rispettivamente il 32% e il 18%.

Il 27 febbraio, durante una conferenza stampa, il premier Fico ha preso pubblicamente posizione per difendere Troskova: "State collegando persone innocenti a un duplice omicidio".

"Certamente la Dda di Reggio Calabria continuerà a investigare sugli elementi di 'ndrangheta che operano nel territorio europeo, approfondendo gli elementi che emergeranno". Come scrive il quotidiano locale Korzar, nella mattinata odierna la Polizia ha fatto irruzione negli appartamenti dell'imprenditore italiano Antonino Vadalà che è finito in manette.