Internazionale

Elezioni, Matteo Renzi: "E' ovvio che io lasci la guida del Pd"

Elezioni, Matteo Renzi:

Dopo parecchi rinvii della sua conferenza stampa annunciata per il pomeriggio, alle 18,25 finalmente parla e annuncia le sue dimissioni.

"E' una sconfitta chiara ed evidente", ha detto Renzi. "Abbiamo compiuto errori, quello principale è stato quello di non capire che bisognava votare in una delle due finestre del 2017 quando ci sono state le elezioni francese e le elezioni tedesche quando avremmo potuto imporre un'agenda europea". Queste le parole del segretario del Pd Matteo Renzi al Nazareno per annunciare le dimissioni dopo gli esiti delle votazioni. E questo problema nasce dal referendum di un anno e mezzo fa. In questa campagna elettorale segnata dalle bugie ce n'è una piu' grande di tutte: "non faremo mai accordi". "Chiedo al presidente di aprire l'assemblea e la fase congressuale al termine della fase di insediamento del Parlamento e di formazione del governo". "Abbiamo bisogno di fare un congresso serio e risolutivo e di eleggere un segretario attraverso le primarie". Non ci sarà però "un reggente scelto da un caminetto".

In questi 5 anni "il Pil è aumentato del 4%, i consumi del 5,4%, l'export del 17%, i posti di lavoro di 1 milione, i macchinari del 24%. Non c'è nessuna fuga", ha detto ancora l'ex premier.

"Abbiamo detto no ad un governo con gli estremisti e degli estremisti". E non abbiamo cambiato idea. Terminata la fasa dell'insediamento del governo, io farò un lavoro che mi affascina: farò il senatore semplice. "Noi saremo responsabili e la nostra responsabilità starà nel saper dire dei sì e dei no". "Saremo all'opposizione, il Pd non sarà mai stampella di un governo di forze anti-sistema". E sono molto orgoglioso del risultato ottenuto nel mio collegio.

Serie A, Recupero 27a giornata
Un applauso sentito e commosso per commemorare Davide Astori ha aperto l'Assemblea della Lega Serie A , svoltasi all'indomani della tragedia di Udine .

Attesa per la conferenza stampa di Matteo Renzi dopo il risultato della notte di ieri.

Renzi ha aggiunto che le distanze tra Pd e Salvini e M5s sono incolmabili. Premettendo che farà il senatore, il politico toscano potrebbe anche ricandidarsi alle prossime elezioni interne al PD e vincere. Faremo politica fuori dai recinti dei palazzi.

Una posizione, quella del segretario Pd che ha creato molti malumori all'interno del partito. È il simbolo di questa campagna elettorale. Io, il Pd, ripartiamo da qui con orgoglio. Anche perchè molti avrebbero preferito un commissario che traghettasse il partito verso la scelta del nuovo segretario.