Sportivo

Lazio beffata dall'amaro epilogo, la Juve vince in zona Cesarini

Lazio beffata dall'amaro epilogo, la Juve vince in zona Cesarini

Il tempo è grigio (sai che novità, Londra è grigia 320 giorni l'anno), il volo è in ritardo, l'autobus che dall'aeroporto mi deve portare a Victoria pure e mi stupisco della serenità con cui abbraccio l'ipotesi di non potermi vedere la partita, nemmeno in steaming. Allargando l'analisi, 10 dei 15 gol di Paulo Dybala in questo campionato sono arrivati in trasferta, inclusi tutti gli ultimi quattro.

Dunque al momento sembra evidente come alla Lazio manchi l'ultimo salto di qualità prima di poter diventare davvero grande: quando si alza l'asticella infatti, gli uomini di Inzaghi si sciolgono, finendo per uscire sconfitti. E' il gol che decide il match e regala tre punti pesantissimi ai suoi. "La Lazio è una squadra che ha fisico e tecnica, merita la posizione che occupa, giocarci contro è sempre difficile". Allegri rispolvera il 3-5-2 di contiana memoria: Mandzukic, che nelle ore precedenti al fischio d'inizio sembrava in dubbio, è regolarmente in campo in attacco al fianco di Dybala. Di diverso avviso l'arbitro Banti che non consulta il VAR. Al 17' la Lazio reclama un rigore per un intervento di Benatia su Leiva.

Di Maio: inizia la Terza Repubblica e sarà quella dei cittadini italiani
Ma non sarà facile, anche perché i riti bizantini da Prima Repubblica non funzionano nell'epoca dei tweet a getto continuo. Ma, va aggiunto, qualche lieve variazione sul copione c'è stata.

Riavvolgendo il nastro della gara, la prima chance degna di nota è per gli ospiti con un colpo di testa di Mandzukic, su cross dalla destra di Pjanic, che termina la sua corsa sopra il montante. Confermato Luis Alberto alle spalle di Immobile. Al 27' il primo ammonito della gara: Luis Alberto stende Lichtsteiner, giallo per lui. Il match sale di ritmo, alla Juventus viene annullato un gol (autogol di Lukaku) per un fallo in area di Rugani su Radu. Un brutto colpo per Sarri che altro non potrà fare se non sperare che l'Atalanta quanto meno provi a bloccare sul pareggio i bianconeri. Il difensore dalla trequarti serve il pallone a Dybala. Troppo acuminate le unghie della difesa bianconera, troppo serrato il pressing sulle fonti di gioco biancocelesti. Inzaghi manda in campo Felipe Anderson, fuori lo spagnolo Luis Alberto. Cambio punte per la Lazio, esce Immobile, dentro Caicedo. "È stata una partita dura contro una squadra che gioca bene, magari non bellissima e che se finiva 0-0 nessuno poteva dire niente". Alla rete siglata dal numero dieci bianconero dalla postazione di cronaca Chirico è partito per andare a festeggiare con gli altri ed è scivolato a terra fragorosamente. A disposizione: Guerrieri, Vargic, Bastos, Wallace, Patric, Murgia, Crecco, Jordao, Basta, Nani. All.