Internazionale

Questo non è amore, il progetto contro la violenza sulle donne

Questo non è amore, il progetto contro la violenza sulle donne

E colpevoli dei femminicidi che continuano a mietere vittime sono quasi sempre partner, mariti o ex compagni, persone che avevano le chiavi di casa.

È quanto afferma l'Assessore regionale alle Pari Opportunità Salvatore Ruggeri in occasione dell'8 marzo 2018.

Ma il messaggio che lo spettacolo LiberaTe vuole lanciare è qualcosa che va oltre la denuncia, guarda alla ricostruzione del sé dopo la violenza, guarda al futuro possibile.

"Tra le altre cose, di cui siamo fieramente orgogliosi, abbiamo istituito, nella Casa comunale lo "Sportello Donna", un punto di ascolto, che risponde allo 0818192267".

NewTuscia - 'L'unione fa la forza' e quando si parla di parità di genere e violenza contro le donne questo motto è ancora più forte e sentito.

Per il prefetto Vittorio Rizzi, Direttore centrale anticrimine della Polizia, per arginare la violenza sulle donne, serve "una profonda trasformazione culturale"; servono strumenti adeguati, "come il protocollo Eva, nato da un'idea di Maria José Falcicchia", dirigente dell'Ufficio prevenzione della Questura di Milano, "per dare una risposta ai numeri da guerra che sono quelli delle guerre domestiche" e poi adottato a livello nazionale.

M5S, Di Maio in piazza a Roma: "È finita l'era dell'opposizione"
Infatti Beppe domani sarà anche sul palco di piazza del Popolo, per il comizio di chiusura della campagna elettorale di Di Maio. Perché sono indipendenti intellettualmente ed economicamente.

Montesilvano. Sensibilizzare l'opinione pubblica ad un'azione mirata di contrasto alla drammatica emergenza della violenza di genere, per un'educazione delle giovani e dei giovani senza pregiudizi.

Non è un caso che all'ultimo congresso sono state 4 donne cooperatrici e operatrici sociali le protagoniste dei panel di confronto pubblico con gli attori istituzionali, dell'università, del giornalismo e dell'economia: Lella Palladino (presidente Donne in rete contro la violenza), Chiara Fazzari (cooperativa Sciabaca), Roberta Tumiatti (coop Animazione Valdocco) e Fiorella Belpoggi (direttrice Istituto Ramazzini). La Giornata Internazionale della Donna si conclude con uno spettacolo di burlesque "Mi spoglio perché voglio" al circolo Arci Bolognesi.

Le donne che si sono rivolte ai 14 centri che compongono il Coordinamento dei centri antiviolenza della regione Emilia-Romagna, in cerca di aiuto, nel 2017 sono state complessivamente 3951.

L'obiettivo di Eva è ideare e realizzare interventi innovativi per favorire l'autonomia delle donne con vissuti di violenza grazie a percorsi agevolati di inserimento lavorativo.

L'iniziativa si inserisce fra le numerose che la Polizia di Stato ha intrapreso per prevenire e contrastare il fenomeno della violenza sulle donne.