Tecnologia

Huawei P20 e P20 Pro svelati ufficialmente: prezzo e specifiche tecniche

Huawei P20 e P20 Pro svelati ufficialmente: prezzo e specifiche tecniche

Da pochi minuti il produttore cinese ha ufficializzato l'arrivo della nuova gamma, abbandonando la numerazione progressiva per ribadire il netto salto in avanti dei suoi smartphone.

La scocca dello smartphone è realizzata in vetro e alluminio.

Il modello Pro avrà una scheda tecnica molto simile, tuttavia qui troveremo una batteria più generosa ed un tris di fotocamere posteriori realizzate da Leica che permetteranno - probabilmente - di raggiungere una qualità fotografica mai vista fino ad oggi.

Huawei ha annunciato a Parigi i nuovi dispositivi della serie P: il P20 e il P20 Pro! Il SoC è lo stesso del fratello minore, il Kirin 970 abbinato ad una GPU Mali-G72 MP12 ed a ben 6GB di memoria RAM con 128GB UFS.

Huawei P20 è alimentato da una batteria da 3400 mAh, con supporto Super Charge di Huawei. Il device presenta anche un sensore di impronte digitali frontale. Un'ambizione che si concretizza nella rinnovata partnership con Leica per la co-ingegnerizzazione della tripla fotocamera posteriore.

Dalle prime prove che abbiamo fatto si può dire che la facilità d'uso è massima: se non si ha voglia di lavorare modificando le impostazioni a mano, la fotocamera ti aiuta a fare la foto migliore.

Le paure di Trump e la collaborazione di Google Richard Yu ha aperto la presentazione parigini sottolineando le vendita di 153 milioni di smartphone nel 2017 da parte di Huawei: "Sette anni fa non ci conosceva nessuno, oggi siamo uno dei brand più conosciuti al mondo". Questa combinazione di funzioni garantisce fantastici selfie con la possibilità di regolare il tono della pelle conferendo un colorito luminoso, dettagli del viso definiti e un realistico miglioramento 3D.

Lorenzo Crespi denuncia: "Mi hanno minacciato di morte"
Nessuno li ha aiutati, non c'eri tu, non c'erano i social. Il mio inquilino mi dà la luce con un cavo, non è abusivo. C'è troppo gente che uccide stando dietro alla scrivania.

Con una doppia pressione sul tasto di accensione a dispositivo bloccato, poi, basteranno solo 0.3 secondi per aprire la fotocamera ed essere pronti a scattare una foto. Con l'AI, come si è visto per il Huawei Mate 10, è possibile implementare numerose funzioni durante lo scatto, come il riconoscimento del soggetto, fino a un massimo di 19 tipologie di soggetti, oppure l'implementazione della nuova funzione chiamata 4D Predictive Focus, che permette di riconoscere i soggetti in movimenti e predirne i movimenti nell'immediato per un'ottima messa a fuoco. Inoltre Huawei AIS stabilizza scatti notturni con esposizioni estremamente lunghe realizzate senza treppiede.

Il cuore pulsante di Huawei P20 Pro è costituito dal processore octa core Kirin 970 con NPU (Neural Processing Unit) integrata per le operazioni di intelligenza artificiale.

L'ecosistema HUAWEI HiAI include una varietà di app. Per esempio, la serie Huawei P20 include Prisma che supporta una raccomandazione in tempo reale dei filtri migliori da applicare a seconda dell'oggetto o dello scenario che viene identificato. "Presenta un display LCD da 5.8" FHD+ con l'inconsueto rapporto d'aspetto di 18.7:9 dovuto alla presenza del notch e risoluzione 2240×1080. Le fotocamere saranno sempre prodotte dal partner tedesco Leica. Il primo sensore, da 20MP, è monocromatico con apertura f/1.6, mentre il secondo è un RGB da 12MP con apertura f/1.8 autofocus laser. Questo vale anche per i video: il P20 consente slow motion 960 fps, come l'S9 di Samsung. Sulla parte frontale è presente una 24 Megapixel.

Huawei afferma che Face Unlock è 2 volte più veloce rispetto a FaceID di iPhone X.

A bordo troviamo l'ultima versione dell'interfaccia proprietaria di Huawei, la EMUI 8.1 basata su Android 8.1 Oreo. Assente, purtroppo, la certificazione IP67. I due nuovi smartphone dell'azienda cinese saranno disponibile in Italia a partire da domani.

Cos'altro lo distingue dal P20 Pro?