Cultura

Chiesa gremita per l'ultimo saluto al conduttore Fabrizio Frizzi

Chiesa gremita per l'ultimo saluto al conduttore Fabrizio Frizzi

Conti, presente ai funerali di Frizzi, svoltosi mercoledì 28 marzo, ha ammesso che il sentimento che legava i due presentatori andava oltre l'affetto tra colleghi: "Per me era un fratello, non riesco a dire altro". Mancherà a tutti: "a tutto il popolo italiano che lo ha visto crescere e che è cresciuto con la sua simpatia".

Che malattia aveva Fabrizio Frizzi?

Lascia la moglie Carlotta Mantovan, conosciuta proprio sullo stage di Miss Italia e la figlia Stella, di appena 3 anni.

Vincenzo Pellegrini, 48 anni, è stato il primo ad arrivare questa mattina in viale Mazzini dove è ospitata la camera ardente del celebre conduttore televisivo Fabrizio Frizzi, morto ieri a Roma. Dopo alcuni giorni di ricovero in ospedale, è stato lontano dalla televisione per un mese e mezzo per poi ritornare a dicembre.

Domenica delle Palme, Papa Francesco ai giovani: "Corrotti vogliono farvi tacere, gridate"
Gioia intollerabile per quanti hanno perso la memoria e si sono dimenticati di tante opportunita' ricevute. E così nasce il grido di colui a cui non trema la voce per urlare: " Crocifiggilo! ".

A dicembre fece ritorno in tv. Aveva compiuto 60 anni lo scorso 5 febbraio, ed era felice di aver raggiunto questo traguardo, nonostante la sua lotta non fosse ancora finita.

Secondo le ipotesi, assolutamente da verificare e al momento non confermate da fonte ufficiali, l'episodio che ha colpito Fabrizio Frizzi sarebbe quindi riconducibile ad un male molto più grave.

Poi aveva aggiunto: "Lotto come un leone". Cresciuto alla scuola del valente regista e produttore Michele Guardì, avrebbe meritato di più per il garbo e la cortesia che hanno sempre contraddistinto uno stile di conduzione raffinato e d'altri tempi. Quando l'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, lo nominò commendatore, nel 2015, non si è fatto pubblicità. Difficile trovare qualcuno che abbia il "coraggio" di proseguire la trasmissione prendendo il testimone dell'amato Fabrizio. "Fuori dal protocollo istituzionale è sempre stato cordiale e affettuoso, ma sia chiaro, proprio non mi aspettavo d'essere nominato commendatore".