Cultura

Perché non si mangia carne il Venerdì Santo?

Perché non si mangia carne il Venerdì Santo?

La processione si svolge la sera di Venerdi 3 aprile alle ore 21,30 nel caratteristico centro storico del comune di Cascia. Per questo motivo il Governatore dell'Arciconfraternita del Sacro Monte dei Morti, Giampiero Perrotti, rivolge un invito ai commercianti e a tutti i cittadini.

Ha assunto un significato particolare, dopo il sisma del 2009, la processione del Cristo morto dell'Aquila, che sfila silenziosa anno dopo anno tra i palazzi del centro storico prima ridotti a ruderi, ed ora in ricostruzione.

Un momento in cui il silenzio e il raccoglimento diventano fondamentali per incarnare lo spirito giusto ad accogliere il significato più profondo della Via Crucis più antica d'Italia.

Napoli, De Laurentiis e la battuta su Inzaghi
Sarebbero scarsi una decina i club che hanno preso in considerazione l'allenatore del Napoli . Nella storia recente degli azzurri il ciclo di un tecnico non è mai andato oltre il triennio.

Inizia così il coro processionale dell'inno all'Addolorata che raggiunge un momento di forte emozione e commozione quando i 700 coristi si fermano davanti all'ingresso del carcere di Campobasso. Segue l'artistica ed espressiva statua dell'Addolorata, con abito di seta nera. Infine ritorneranno in corteo i bambini vestiti da angeli che recheranno in mano cartelli con su scritte frasi dei salmi. Una misura di sicurezza già adottata anche in passato e che si è ripetuta oggi.

A Pescara, in occasione del Venerdì Santo, vengono organizzate diverse Processioni del Cristo Morto.

In San Giovanni e Santa Brigida celebrazione della passione del Signore alle ore 18.30 in Santa Brigida; con inizio alle ore 21 partendo dalla chiesa di San Giovanni si svolgerà la Via Crucis che seguirà questo percorso: via San Giovanni, via Vigoleno, vicolo Manzini, via Calzolai, piazza Borgo e conclusione nella chiesa di Santa Brigida. La processione prende il via dalla chiesa di Santa Maria della Croce, un tempo sede della Confraternita dei Crociati, con l'arcivescovo, sacerdoti, religiose, rappresentati delle istituzioni, scout e tanti fedeli. 30 dal piazzale delle chiesa per percorrere Via Fontanelle fino al civico 1 e poi, a ritroso, tornare nel piazzale della chiesa.