Internazionale

Sicilia, Musumeci: "Dipendenti della Regione adottati per ottenere la 104"

Sicilia, Musumeci:

Il presidente di Anci Sicilia insieme al segretario generale Mario Emanuele Alvano e ai vicepresidenti Luca Cannata e Paolo Amenta, è stato audito in II Commissione Bilancio: "Esprimiamo soddisfazione per il positivo incontro di stamattina - ha detto Orlando- e ringraziamo il presidente Riccardo Savona, che ha dimostrato, così come i rappresentanti di tutti i Gruppi parlamentari, grande disponibilità ad affrontare le problematiche dei comuni siciliani".

In Sicilia ci sarebbero dipendenti della Regione che si sono fatti adottare da anziani malati per potere beneficiare della legge 104 per l'assistenza. È per questo motivo che la Regione ha difficoltà a "trovare tecnici e altre professionalità" nonostante possa contare su ben 13mila dipendenti. "È possibile che su 13 mila dipendenti, 2.350 usufruiscano della legge 104?" chiede davanti alla stampa.

Non solo. Il malcostume dei dipendenti pubblici siciliani passa anche attraverso i numeri dei dirigenti sindacali che sono 2600 (sempre su 13mila) e non possono essere distaccati per svolgere altre mansioni. Siamo in difficoltà, sono convinto che troveremo le organizzazioni sindacali dalla nostra parte. "Basta, il tempo dei giochetti e dei ricatti reciproci è scaduto". Ognuno si assumerà le proprie responsabilità. Sui nuovi concorsi alla Regione, Musumeci ha affermato: "Il tema va affrontato col governo nazionale, aspettiamo che si formi".

Muccia, trema ancora il cratere sismico: scossa di magnitudo 3.2
L'epicentro del sisma è stato identificato nella bassa Val Noveglia, proprio in corrispondenza dell'abitato di Noveglia. Molte le telefonate a vigili del fuoco e protezione civile , ma non ci sono segnalazioni di danni.

L'incontro è in programma venerdì prossimo a Palazzo d'Orleans. Infine 60 milioni sono destinati ai presidi legalità, tra cui le caserme dei carabinieri, compreso il comando di Palermo, e la cittadella giudiziaria di Catania che da sola vale 40 milioni.

Progettare e finanziare rimane l'unica strada percorribile se si vuole cambiare, altrimenti si continuerà ad essere presi in giro da coloro che guardano e deridono alle spalle di migliaia di famiglie che colpe, certamente non hanno!