Sportivo

Inter, Spalletti: "Occhio ai diffidati. Dobbiamo proporre il nostro calcio"

Inter, Spalletti:

"Alla fine sono i fatti a dover parlare, sempre" ha detto, pensando subito ad altro. Il tecnico e' fiducioso ed esalta la sua Inter, "una squadra tosta" che ha trovato dentro se stessa cure e anticorpi per non ricadere negli errori passati. Infine hanno preso parte ad una partitella coloro che non hanno giocato contro il Milan. "All'epoca Mauro era appena arrivato dalla Sampdoria e c'era da verificare la sua tenuta in un club importante". Per me ce ne sono di più, ma le più vicine sono per l'appunto quelle tre.

Archiviato non senza rimpianti il pareggio nel derby l' Inter si riaffaccia al campionato; per i nerazzurri in programma la trasferta sul campo del Torino, nella sfida di mezzogiorno. E per Mazzarri il paragone non è un azzardo: "Sono fortissimi, ognuno ha le proprie caratteristiche".

BELOTTI-ICARDI - "Belotti è forte quanto Icardi". - "Yann sta bene e si allena bene. Ora sta bene. Niang ha vuto il riacutizzarsi di un problema muscolare, non è a disposizione". Le partite comunque sono tutte complicate. Ci sono varie insidie e dobbiamo metterci di traverso.

Uccisa a Sarzana, ha confessato il compagno della donna
A segnalare rumori sospetti alle forze dell'ordine i vicini di casa che intervenuti hanno trovato il corpo esanime della donna . E' stato ascoltato dal magistrato e ha reso le sue dichiarazioni.

Il fatto di sentirsi in dubbio per una convocazione al Mondiale, può influire sulla concentrazione di Icardi o saprà reagire come sempre fa nei momenti di difficoltà? Luciano è un bravo allenatore, tutto qui.

"Ho guardato le sue ultime partite, mi sembra alla ricerca di consolidare il miglior atteggiamento da avere". Dovremo stare attenti ovunque. E' chiaro che la condizione fisica, la mentalità che fa vedere la squadra proponendo il suo calcio, vengono fuori ma è sempre l'entusiasmo che fa la differenza. Qualsiasi proposta possano fare le menti dei nostri avversari.

LJAJIC - "Al mio arrivo, lui veniva da un infortunio". Fasce e zona centrale, Mazzarri si sta riservando tante armi e soluzioni per poter far male. Cagliari e Crotone sono state iniezioni di morali per Belotti e compagni, soprattutto perché si è vista una nuova effervescenza nel gioco e in alcuni interpreti. L'ex calciatore del Nizza andrà sicuramente via, ma la società nerazzurra dopo l'investimento della passata stagione punta a mandarlo a giocare in prestito per poi riaverlo nell'anno 2019-20. A centrocampo De Silvestri e Ansalsi agirano sugli esterni, facendo anche da tornanti in difesa, e in mezzo giocheranno Obi e Baselli. Ne trova beneficio quindi anche il portiere. Perchè ha le qualità organiche. "I nostri centrocampisti ce l'hanno nel Dna la conclusione dal limite, magari bisogna porre un po' più l'attenzione nella finalizzazione di testa per dare una mano a Icardi".