Internazionale

Berlusconi contro Lega e Fdi

Berlusconi contro Lega e Fdi

Ma un minimo comune denominatore tra le varie posizioni c'è. "Il supporto logistico che forniamo agli Stati Uniti, in questo caso particolare, abbiamo insistito e chiarito che non poteva in alcun modo tradursi nel fatto che dal territorio italiano partissero azioni direttamente mirate a colpire la Siria". Parla Salvini ma è lui che, plasticamente, comanda. Elisabetta Casellati e Roberto Fico sono alla guida del Senato e della Camera grazie a un accordo politico sotto la regia di Salvini e Di Maio. E i contrasti tra americani e russi rendono complicato mantenere da un lato un rapporto con Mosca e dall'altro ribadire la fedeltà alla Nato.

"La Lega non si presenterà al consiglio comunale dedicato al conferimento delle benemerenze civiche, perché il centrosinistra ha indegnamente strumentalizzato la persona di Don Luca Palei per fare polemica politica e propagandare il sistema di accoglienza istituito dai governi del Pd negli ultimi cinque anni".

Mentre Salvini leggeva, però, Berlusconi ha mantenuto le mani sul tavolo, e sul volto un "sogghigno da Stregatto", come lo ha definito Francesco Merlo su Repubblica. Il centrodestra, che stavolta sale al Colle con una unica delegazione, viene ricevuto subito prima, alle 17.30. Fino a ieri sarebbe stato impossibile anche immaginare che qualcuno parlasse al posto suo. Il leader della Lega desidera e teme un incarico a seconda delle giornate. Troppo comodo scaricare sugli altri, cioè sugli ex parlamentari quella che viene fatta sembrare come appropriazione indebita ed i signori del centro destra hanno avuto timori di reagire avendo la punizione che meritavano, la sconfitta elettorale. "Evidentemente i disastri causati in Libia non hanno insegnato nulla".

Anche Parigi pronta a bombardare la Siria: "abbiamo le prove dell'attacco chimico"
Così Maja Kocijancic, portavoce della Commissione europea rispondendo ad una domanda dei cronisti. TRUMP FA MARCIA INDIETRO- Arriva intanto la marcia indietro di Donald Trump .

Le consultazioni al Quirinale di ieri, giovedì 12 aprile 2018, hanno fatto emergere un dato di fatto per la formazione del Governo 2018: la coalizione di centrodestra dipende ancora da Silvio Berlusconi.

Non sono mancate le dichiarazioni in materia di politica estera, in un periodo molto delicato come quello che il mondo sta vivendo in questi giorni, parlando a sorpresa a sfavore di Trump e dei suoi tweet riguardanti nuovi missili "belli e tecnologici" e dichiarando le sanzioni contro la Russia un'idiozia, ha concluso dicendo che condivide le scelte di Gentiloni e che non vorrebbe mai vedere l'Italia "Portar democrazia con i missili". Salvini è scettico: "Non credo che serva uno scienziato". "Chiunque dialoghi con Salvini sa che Salvini sta dialogando a nome di noi tutti".

A stretto giro la risposta dei 5 Stelle: "Mai un governo con Berlusconi". E fare poi alla Lega, in termini di composizione del governo, una di quelle offerte che non si possono rifiutare. "Noi siamo all'opposizione. Ma vediamo con grande preoccupazione la situazione in Siria e credo che anche il posizionamento dell'Italia nello scacchiere internazionale richieda chiarimenti da parte di chi oggi si candida a guidare il Paese".