Internazionale

Siria. Raid Usa, Uk e Francia: colpiti obiettivi a Damasco e Homs

Siria. Raid Usa, Uk e Francia: colpiti obiettivi a Damasco e Homs

L'attacco di stanotte "ha azzoppato il programma di armi chimiche" di Damasco e indebolito la possibilita' di futuri attacchi chimici da parte del regime di Assad, affermano i vertici del Pentagono, sottolineando come i bombardamenti porteranno il programma di armi chimiche siriano indietro di anni. Si tratta per l'appunto di un blitz militare condotto assieme alla Gran Bretagna e alla Francia e che prevede l'utlilizzo sia di missili Tomahawk che jet militari. In quegli istanti i missili stavano già giungendo a destinazione centrando gli obiettivi ritenuti collegati alla produzione di armi chimiche. Per il regime di Assad, i missili lanciati sarebbero stati trenta, di cui un terzo abbattuti. "È scattata una operazione combinata con le forze armate di Francia e Gran Bretagna". "Siamo pronti a iniziare a lavorare in questo momento con tutti i Paesi che vogliono partecipare", ha detto il ministro Jean-Yves Le Drian in una conferenza stampa all'Eliseo.

Il Presidente ha puntato sulla impellente necessità di agire contro i sempre più efferati crimini e la barbarie che il regime di Bashar al Assad continua a perpetrare. Lo ha detto il capo del Pentagno, James Mattis, annunciando che il raid è andato a buon fine e si è concluso.

Da quello che si sa, sono stati lanciati missili sia dal cacciatorpediniere statunitense che nei giorni scorsi si è avvicinato alla Siria, sia da un sottomarino inglese; entrambi erano nel Mediterraneo.

La prima reazione di Damasco è stata rivolta a sminuire i risultati dell'operazione: se i raid sono finiti qui, hanno affermato fonti del governo di Assad, i danni sono limitati. Al momento non vi sono notizie sui danni provocati e su eventuali vittime tra militari e civili.

Arsenal-Atletico Madrid: è super semifinale in Europa League
Va meglio alle due favorite per la vittoria finale, Arsenal ed Atletico Madrid che passano il turno senza né vincere né brillare. Inglesi che partono dal vantaggio di 4-1 costruito all'andata dalle doppiette di Lacazette e Ramsey .

Gli attacchi punitivi a guida Usa sulla Siria sono giustificati a causa delle "azioni omicide" del governo di Damasco. Antonov ha definito inaccettabile e inammissibile insultare il presidente russo.

Donald Trump, supportato da Londra e Parigi, sferra il suo attacco alla Siria.

Sono tre gli obiettivi colpiti nel corso dell'attacco, durato circa un'ora: un centro di ricerca a Damasco, un deposito per lo stoccaggio delle armi chimiche e un centro di comando a Homs, dove secondo la tv siriana tre persone sarebbero rimaste ferite. L'obiettivo "non è un cambio di regime", ha spiegato, insistendo sul concetto di azioni "mirate" contro l'arsenale di armi chimiche attribuito alle forze del regime di Bashar al-Assad.