Sportivo

Napoli, Sarri: ''Milan grande squadra, non mi interessa il percorso della Juve''

Napoli, Sarri: ''Milan grande squadra, non mi interessa il percorso della Juve''

A centrocampo, così come in attacco, ci sarà il solito trio: Arek Milik, come nele ultime gare, dovrebbe subentrare nell'ultima mezz'ora, magari in luogo di Hamsik se il risultato non sarà favorevole. Il fatto di affrontare queste squadre forti come il Napoli con grande personalità vuol dire che stiamo crescendo e che, a prescindere da quello che si raccoglierà a fine anno, potremo alzare l'asticella. "Noi stiamo facendo il nostro percorso e lo stiamo facendo bene".

La partita si apre subito con un pericolo per il Napoli con Bonaventura che ci tenta dalla distanza, ma viene fermato in corner da Reina.

Probabilmente se Donnarumma non avesse fatto il fenomeno allo scadere su Milik avrebbe una faccia diversa ma probabilmente Rino Gattuso esprimerebbe gli stessi concetti. "Un pizzico di rammarico c'è più per la gara di Reggio Emilia contro il Sassuolo, se l'avessimo inerpretata così avremmo preso qualche punto in più". "Un contratto in essere c'è, se ho la sensazione di far contenti i tifosi rimango volentieri". Parata stratosferica - al limite dell'umano - per Gigio Donnarumma. "Stiamo provando ad aumentare il suo minutaggio. Secondo me farebbe fatica a finire le partite, ma visti i suoi ultimi 18 mesi allora è in condizione straordinaria". Per il Milan è l'ennesima occasione persa per accorciare sulla zona Champions League, col terzo pareggio consecutivo in casa. Resta il fatto che il Milan segna poco: "Dobbiamo migliorare". La partita si fa bella, ma la stanchezza inizia ad affiorare presto e la lucidità a mancare. Il Milan, che molto probabilmente è fuori dalla Champions (sesto con sette punti da recuperare sull'Inter quinto), ormai affiderà le sue speranze europee alla Coppa Italia e al sesto/ settimo posto in campionato. "Lo scontro con Biglia?"

Roma, Ok Aula a Mozione Fdi per dedica toponimo a Frizzi
Il settimanale DiPiù ha riportato, infatti, delle sue dichiarazioni, che sono state travisate. Odio il freddo, ma sarei stato più volentieri al Polo Nord in mutande che in quello studio.

Poi una battuta sul rinnovo, atteso da tutta la tifoseria azzurra. Il Napoli si propone in avanti, il Milan si difende e riparte e al 39' va in gol, ma l'arbitro annulla: sugli sviluppi di un angolo la palla arriva a Calhanoglu, sassata dal limite, Reina non trattiene, rete di Musacchio non convalidata per fuorigioco. Il presidente ha dato la disponibilità, quindi il problema economico avrebbe incidenza zero.

E' la stagione 2007-2008, a San Siro si affrontano il Milan di Ancellotti e il Napoli di Reja.