Finanza

Morte Adele, fidanzato condannato in primo grado a 5 anni

Morte Adele, fidanzato condannato in primo grado a 5 anni

Per il decesso di Adele De Vincenzi, avvenuto lo scorso 29 luglio a Genova, il Tribunale ha condannato a 5 anni di reclusione il fidanzato della ragazzina, Sergio Bernardin, diciannovenne. L'accusa è morte come conseguenza di altro reato e spaccio.

Il pm aveva chiesto una condanna a 13 anni.

Parigi, fermato per corruzione Vincent Bolloré. L'omonimo gruppo smentisce le accuse
Il figlio di Gnassingbé Eyadema, rimasto a capo di questo paese dell'Africa occidentale per più di 37 anni, è ancora al potere. Gnassingbé l'anno successivo - la concessione del terminal per container nel porto di Lomé per un periodo di 35 anni.

Quella sera Adele ha consumato droga assieme a Bernardin, appunto, un amico (Gabriele Rigotti, poi assolto nel processo con rito abbreviato), e un'altra ragazza minorenne. La 16enne si era sentita male mentre si trovava in via San Vincenzo.

I soccorsi erano stati chiamati da un netturbino che aveva visto la ragazza per terra e gli amici in stato confusionale. Risulta ancora indagato il pusher che avrebbe fornito la droga ai giovani assuntori: è un 17enne residente a Busalla, sottoposto a giudizio dal tribunale dei minori.