Tecnologia

WhatsApp presto videochiamate di gruppo

WhatsApp presto videochiamate di gruppo

Il testo "Se tocchi il punto nero WhatsApp si bloccherà", apparso improvvisamente su qualche schermo, ha gettato nel panico alcuni utenti.

Facebook nel suo evento F8 ha rivelato che WhatsApp sta per implementare una funzione di videochiamata di gruppo nel prossimo futuro. Tuttavia, lo scorso lunedì il fondatore di WhatsApp Jan Koum ha lasciato la società di Mark Zuckerberg. Nel 2014 WhatsApp è stata acquisita da Facebook per oltre 19 miliardi di dollari.

Come se non bastassero le varie impostazioni di WhatsApp in grado di segnalare l'ultimo accesso, ora c'è una nuova app, che si collega proprio al servizio di messaggistica istantanea, capace di monitorare anche tutte le nostre attività e non solo la nostra presenza online.

La notizia era stata anticipata dal Washington Post che ha parlato di scontro sulle politiche relative alla privacy di Facebook, la sua strategia e i suoi tentativi di indebolire il criptaggio sui dati.

A testa altissima: la Roma esce dalla Champions battendo il Liverpool 4-2
Al 66' è il turno di Dzeko che servito da De Rossi calcia col mancino da ottima posizione ma manda a lato. Milner (R), 26′ pt Wijnaldum (L), 7′ st Dzeko (R), 41′ st Nainggolan (R), 48′ st Nainggolan (R, su rig.).

Nonostante l'annuncio di Koum, le dimissioni non sono ancora ufficiali, secondo ilWashington Post.

Eppure, dopo un anno di aggiornamenti e inedite funzionalità (basti pensare alla versione business o a piccole-grandi integrazioni come il blocco automatico del tasto per gli audiomessaggi), anche WhatsApp esce dall'F8 di San Jose, in California, con alcune, succose novità. WhatsApp invece mostra il tuo numero a tutti e potreste essere presi di mira da chi è alla ricerca disperata di dati per attività al limite della legalità (spam o truffe).Telegram ha le chat di gruppo migliori di WhatsappQuale app permette di avere chat di gruppo con tanti membri?

L'uscita di Koum sarebbe molto insolita, infatti il circolo ristretto del Consiglio di amministrazione è stato molto solidale durante gli scandali che hanno scosso il gigante dei social media. A marzo 2018, in seguito agli scandali di Cambridge Analytica, Acton ha fatto parlare di sé per un tweet in cui suggeriva al mondo di cancellare il proprio profilo Facebook.