Internazionale

Iran, Rohani: se gli Usa escono dall'accordo sul nucleare si pentiranno

Iran, Rohani: se gli Usa escono dall'accordo sul nucleare si pentiranno

Gli Usa affronteranno uno "storico pentimento" se se ritireranno dall'accordo sul nucleare firmato nel 2015 tra Teheran e l'Occidente.

Da parte sua il presidente degli Stati Uniti ha avvertito il mondo intero che in assenza di una revisione multilaterale dell'accordo, ossia appoggiata dalle altre realtà come l'Europa che hanno a suo tempo siglato l'intesa, gli Stati Uniti si ritireranno dal patto e reintrodurranno le sanzioni contro Teheran. Gli alleati europei - Gran Bretagna, Francia e Germania - si sono impegnati a rispettare l'accordo firmato nel 2015, con una recente dichiarazione di Downing Street che afferma di essere "il modo migliore per neutralizzare la minaccia di un Iran dotato di armi nucleari". L'annuncio di Trump sull'accordo è atteso per il 12 maggio. Nelle ultime ore il leader del paese del Medio Oriente è uscito allo scoperto, ed ha mandato un messaggio di velate minacce agli Stati Uniti: "Se gli USA decideranno di porre fine all'accordo nucleare se ne pentiranno".

Pareggio sterile per il Napoli, 2-2 al San Paolo col Torino
Finisce dunque così il sogno scudetto del Napoli , che per conquistare il titolo dovrebbe sperare in un vero e proprio miracolo. Mazzarri , invece, ha scelto di iniziare la gara senza Iago Falque e Belotti , sostituiti da Niang e Ljajic .

In questo senso arriva pronta la risposta di Mohammad Javad Zarif, ministro degli esteri iraniano, che spiega come l'Iran non sia per nulla intenzionato a rinegoziare quanto concordato all'epoca dell'amministrazione Obama. Il Dr. Maged Botros, capo del dipartimento di scienze politiche dell'Università Helwan in Egitto, ha detto che la presentazione di Netanyahu è stata "una occasione per Trump", suggerendo che potrebbe essere una soluzione per il presidente degli Stati Uniti per fare a pezzi l'accordo.