Sportivo

Gattuso: "Affascinato dalla disciplina del mondo Juventus: sono sempre pronti a lottare"

Gattuso:

L'appuntamento è fissato per le ore 21:00 di mercoledì sera, allo stadio Olimpico di Roma. L'eventuale vittoria, infatti, accompagnata magari da un 6° posto, non sposterebbe di una virgola il giudizio sul loro lavoro, dal momento che l'anno scorso, con 220 milioni di esposizione sul mercato in meno, il Milan è arrivato 6° vincendo la Supercoppa a Doha contro la Juventus. Manca la scintilla per vedere un bel fuoco.

A dire la verità i rossoneri vengono da 2 vittorie consecutive, che tuttavia, di per sé, non mi convincono. In questi giorni non ho caricato i giocatori, è una partita che ti carica da solo.

La fase offensiva, o meglio, realizzativa della squadra di Gattuso continua a latitare, ma Suso non è preoccupato: "Penso che sia un problema di tutta la squadra se il centravanti non segna".

Nintendo svela il servizio Switch Online
A questi se ne aggiungeranno altri 10, che saranno rivelati prossimamente. Sarà possibile giocare questi titoli sia online che offline.

MENTALITA' JUVE - La Juve mi ha sempre dato la sensazione di una squadra con grandissima mentalità, con grandissimo senso di appertenenza.

E a proposito degli avversari, Gattuso ha speso parole di grande stima per la Juventus e soprattutto per l'ambiente Juve: "La Juve?" La velocità di Cuadrado e Douglas Costa sulle fasce può creare superiorità numerica e dovremo stare molto attenti. "Non basta solo prepararsi a livello tecnico-tattico ma deve scattare qualcosa nella testa". Poi sala video, guardi le partite e non finisci mai. Preparare le partite da giocatore e da allenatore è diverso.

Domani la gara più importante da quando hai iniziato ad allenare? Il Milan deve cercare atleti così, domani lo valuteremo. "Domani sarà importante la testa per fare quel qualcosa in più che potrà risultare decisivo". Il mondo Juve mi ha sempre affascinato per la disciplina, la voglia e la compattezza. "Collaboratore di Ancelotti? Siamo sempre in contatto, abbiamo parlato della possibilità di lavorare insieme". L'unica persona che ho sentito stamattina è Arrigo Sacchi. E invece il Diavolo ce l'ha fatta, mettendo in campo energie che forse non sapeva neanche di avere. Chapeaux al Maestro, non potevo non rispondere. "Carlo non ci ha provato nemmeno". Quando parlo alla mia squadra, parlo in questi termini. Carlo non lo fa perchè sono scaramantico. Ora, per lui, una grande notte anche da allenatore: contro la Juventus la grande chance di vincere un trofeo in panchina con il 'suo' Milan. Uno degli artefici della stagione milanista è stato l'ottimo Suso, lo spagnolo si è riconfermato su livelli altissimi e si è fatto un gran parlare delle possibili offerte che perverranno in estate per l'esterno. "Di conseguenza rimarrò qui, il mister sa di cosa ha bisogno la squadra perché finalmente abbiamo una base dalla quale partire". Alle 8 di mattina fino alle 7 di sera ha fatto di tutto per cercare di recuperare. Ci saranno i miei figli, mia moglie.