Sportivo

Juventus. Allegri: "Contro la Roma cercheremo di prendere il punto dello scudetto"

Juventus. Allegri:

Al suo fianco Buffon. "Però speriamo che domani s'incazzi un po' perché significa che le cose non gli vanno bene...". Parliamo della Coppa Italia.

"Non parlo di scudetto, tantomeno di mercato".

FACCIAMO ARRABBIARE GATTUSO - "Rino è un appassionato di calcio e un testone". E' stato molto bravo a prendere una situazione non facile e fare risultati importanti. Sulla formazione non si sbilancia: "In difesa o giocherà Benatia oppure Rugani". Mandzukic? Stanno tutti bene, il Milan è una squadra che ci mette in difficoltà, è una finale, bisogna giocarla con grande equilibrio e testa.

Si aspetta l'applauso da tutta Italia? "La fortuna di ogni allenatore è la società alle spalle in grado di mettere a disposizione del tecnico un gruppo di giocatori e uomini e nella mia carriera, per mia fortuna, è sempre stato così". Marotta ha detto che lo vede nella Juventus del futuro: "Innanzitutto dobbiamo portare a casa i trofei". Dopo il mio primo anno la società ha completamente ribaltato il gruppo con ottimi risultati. "Juan ha fatto un paio di letture sbagliate da terzino, per la non abitudine al ruolo, che comunque può fare". "Mi aspetto una gara importante, troverà tanti spazi e può fare bene".

Quanto è cambiato il questi quattro anni? . La nazionale è sempre una sua grande ambizione anche se Allegri non ha fretta: 'In questo momento non è il pensiero ricorrente, non ci sto pensando.

È morto Mons. Michele Castoro
Dopo aver combattuto per oltre un anno con la malattia, è morto monsignor Michele Castoro, Arcivescovo di Manfredonia, San Giovanni Rotondo e Vieste.

C'è una Coppa Italia da vincere, dopo aver conquistato "virtualmente" il settimo scudetto consecutivo, ma c'è anche un futuro da scrivere. Perchè è cominciata da novembre con una delusione che avrebbe ammazzato chiunque. "Una finale poi ancora di più". L'appuntamento è in programma dopo la fine della stagione, ma le grandi manovre sono iniziate.

Qual è stata realmente la vostra forza? "La nostra forza è sempre la stessa, è una squadra che ha sette vite e sa rimettere in piedi la stagione con colpi di coda". Il comun denominatore della Juve negli ultimi 7 anni non ei è annacquata. "Per quando mi riguarda ne parleremo tra qualche giorno dopo che mi sarò incontrato col presidente".

Alla luce della classifica di Serie A, partite nettamente favoriti. Un discorso che si farà solo a fine stagione...

Lascia qui il tuo commento! Che effetto ti fa giocarla? Però il fatto che abbia l'opportunità di rigiocarla da protagonista è molto bello ed è molto stimolante per me.

"Domani abbiamo una partita importante, per lo scudetto siamo un pezzettino avanti e con la Coppa i ragazzi entrerebbero ancora di più nella storia della Juventus. Ma la stanchezza che abbiamo noi è uguale a quella che ha il Milan". Ricordo non con tantissimo piacere le polemiche per il disturbo che ho arrecato alla Nazionale a marzo.