Internazionale

Salvini arrivato al Pirellone a Milano per incontro con Di Maio

Salvini arrivato al Pirellone a Milano per incontro con Di Maio

Presente anche il responsabile della comunicazione del Movimento 5 Stelle Rocco Casalino.

Già da ieri è emerso che un ipotetico governo Lega-M5s non avrà di sicuro l'appoggio di Fratelli d'Italia. "No, no", ha risposto Berlusconi ai cronisti che gli hanno chiesto se si sente tradito da Salvini, mentre usciva dal Palazzo della Permanente dove ha visitato la mostra mercato degli antiquari. Se fosse Salvini, al M5S andrebbero Economia, Esteri, Difesa e forse anche Interno. "Se riusciamo a fare tutto questo insieme - aggiunge Salvini - sono contento". Per il capo politico M5S il partito di Meloni è troppo a destra.

Intanto le trattative per il governo proseguono e in serata si terrà l'incontro tra il leader del Carroccio e di Maio. A meno che Salvini non rifletta, ci ripensi e chiami Arcore.

Gli auguri per la festa della mamma Tanti esempi
Auguri , è la festa della mamma! 'Sei la mamma che il mio cuore sceglierebbe, senza esitare, ogni giorno della mia vita'. Tra le GIF simpatiche, c'è quella dei Simpson, una mamma che balla, una che solleva i pesi (il peso è un neonato).

Oggi il palcoscenico si trasferisce a Milano, nella roccaforte leghista. Voglio ascoltarli quando inizieranno la litania del "Al momento non possiamo cancellare la Legge Fornero"...anche se non diranno mai che la UE ci chiede una Legge Fornero bis, altro che cancellare la prima. Così come diplomatico è stato su Salvini. Anche se certamente, come ribadisce la senatrice Licia Ronzulli in prima fila nello staff di Arcore, "Forza Italia valuterà provvedimento per provvedimento", perché è ovvio che se si tratterà di cose previste nel programma di centrodestra voterà a favore. Allo stesso tempo ha cercato di rassicurare l'Europa: "Nessuna forzatura sul deficit".

Rompo, dopo oltre cinque anni, e per questa volta, il silenzio stampa che decisi contro l'ex movimento. Citando il modello Spd e specificando che il responso online sarà "determinante". La domanda è sempre la stessa: "Chi comanda nel M5S: Di Maio o Casaleggio?". Ma la scelta finale sul premier avverrà solo dopo la firma sul contratto. Sono le ore dei ballon d'essai, ore in cui circolano nomi di segno diversissimo, come quello di Antonio Tajani, di Elisabetta Belloni o del curatore al quale il M5s ha affidato lo studio per la compatibilità dei programmi, Giacinto della Cananea. Se FdI si aggiungesse con i suoi 18 senatori avrebbe invece 24 voti in più. Pronti anche i pentastellati Vincenzo Spadafora, Alfonso Bonafade, Stefano Buffagni. È notizia di qualche giorno fa che sono aumentati ancora gli italiani in condizioni di povertà assoluta: sono 5 milioni di persone.

Tessere di un puzzle che va fatto quadrare. E sono parole che pesano. Altrimenti la coalizione potrebbe rompersi e la Lega pagherebbe le sue 'relazioni pericolose' in termini elettorali perché non può camminare esclusivamente sulle proprie gambe.