Internazionale

Spari nel Vibonese, un morto e 3 feriti

Spari nel Vibonese, un morto e 3 feriti

L'uomo è ancora armato del fucile con il quale ha ucciso Giuseppina Mollese, di 69 anni, e Michele Valarioti, di 63 anni e ferito Pantaleone Timpano. La donna è morta in sala operatoria dove i medici stavano per operarla per una grave ferita all'addome.

Secondo un'altra testimonianza, l'uomo avrebbe colpito anche un'auto nella città di Caroni, prima di recarsi al bar di Limbadi. Quindi è sceso imbracciando un fucile dacaccia ed ha esploso un colpo sull'uscio del locale e un secondoall'interno, ferendo tre persone. Dopo di che si è allontanato, sempre a bordo della propria vettura, dileguandosi. A quanto sembra, ad agire è stato un uomo sulla trentina a volto scoperto.

La seconda vittima. È morta nell'ospedale di Catanzaro, dove era stata trasferita in eliambulanza, Giuseppina Mollese, la donna ferita nel pomeriggio a Nicotera.

Nel caso di Limbadi, secondo una prima ricostruzione, l'individuo è arrivato a bordo della propria autovettura, una Fiata Panda. Una sarebbe stata colpita al volto ed al torace, l'altra ad un arto.

Bari, turista americana trovata morta con lividi sul collo
Secondo le prime informazioni, la viaggiatrice, una 65enne, era a Bari per un periodo di vacanza insieme con il marito. Non si conoscono ancora le generalità della donna e se è stato rintracciato il marito.

Da quanto appreso il 31enne - con legami di parentela ai Mancuso di Limbadi, potente cosca di 'ndrangheta della zona - soffrirebbe di disturbi psichiatrici. L'attentatore non è stato ancora identificato, né si conoscono i motivi degli agguati. L'uomo è già noto alle forze dell'ordine. I carabinieri stanno setacciando palmo a palmo anche le campagne di Nicotera, Joppolo, Limbadi, Calimera, San Calogero, Spilinga, Rombiolo e Ricadi e sperano in tempi brevi di poter catturare Francesco Olivieri, facendo tirare un sospiro di sollievo ai tanti cittadini timorosi persino di uscire di casa.

Tre anni fa, esattamente nel 2015, venne arrestato dopo essere stato sorpreso mentre annaffiava una piantagione di 500 piante di marijuana (LEGGI). Nel 1997 il fratello, Mario, fu ucciso in un agguato.

DUE OMICIDI SULLO SFONDO Ci sarebbero anche due omicidi sullo sfondo dei fatti di sangue registrati nel pomeriggio di venerdì tra Nicotera e Limbadi.