Sportivo

Aperta un'inchiesta su Raiola per violazione di giustizia sportiva

Aperta un'inchiesta su Raiola per violazione di giustizia sportiva

I suoi metodi spesso non piacciono e neppure determinate sue dichiarazioni. Il procuratore federale Giuseppe Pecoraro - secondo quanto riportato oggi da Carlo Tecce sul Fatto Quotidiano - avrebbe inviato a tre indirizzi internazionali i documenti che attestano l'apertura di un'indagine per la violazione del codice di giustizia sportiva. In quell'occasione Raiola non aveva risparmiato dichiarazioni furiose contro la Federazione Italiana, definendola come scarsa, molto debole e senza nessun obiettivo.

Sempre secondo il Fatto Quotidiano, poi, Mino Raiola sarebbe finito anche nel mirino del fisco olandese: l'agente ha la base a Montecarlo e la sede della sua azienda in Irlanda, quindi si stanno ponendo delle domande in merito al pagamento delle sue tasse.

Calciomercato Inter, senza Champions è dura: Cancelo più lontano
Da capitano ha voluto metterci la faccia e si è presentato ai microfoni dopo il pesante ko subito dall'Inter contro il Sassuolo . Sono tranquillo, se arriverà la Nazionale sarà frutto di quanto fatto con l'Inter , se non arriverà farò riposare il ginocchio.

Sembravano molto frequenti i contatti tra la Roma e Raiola per il futuro di Mario Balotelli, che lascerà il Nizza al termine della stagione, ma al momento non se ne farà nulla (e probabilmente nemmeno in futuro in questa sessione di calciomercato).

Ora sono guai per Mino Raiola. Il periodo sotto la lente è quello che va dal 2014 al 2017. E non solo, gli olandesi hanno chiesto alla Guardia di Finanza di controllare anche i contratti stipulati con il Milan, in particolare la situazione Donnarumma. Dovrebbe arrivargli una sanzione da qualche decina di migliaia di euro. Infatti il messaggio sarebbe molto raffinato con la FIGC non contenta della strafottenza e dell'indifferenza verso le istituzioni da parte del noto procuratore.