Sportivo

MotoGp Francia libere1: Marquez di un soffio su Dovizioso, Rossi sesto

MotoGp Francia libere1: Marquez di un soffio su Dovizioso, Rossi sesto

I piloti della MotoGp sono finalmente tornati in pista, questa mattina, sul circuito di Le Mans, per la prima sessione di prove libere del Gp di Francia. Dunque è molto carico per il Gran Premio di Francia.

Non si aspetta grandi passi avanti con la sua Yamaha Valentino Rossi, sul circuito di Le Mans: "I test non hanno dato grandi risultati, anche perchè non avevamo molti elementi da provare". Dopo la vittoria del 2014, non è più andato a podio lì. Davanti a loro ci sono anche Cal Crutchlow e Danilo Petrucci, che hanno pagato anche le rispettive cadute alla curva 7 ed alla curva 6. Quarto nel 2015, tredicesimo nel 2016 e ritirato l'anno scorso. L'obiettivo è vincere: sono nella condizione ideale per sognare la prima vittoria. Una vittoria sarebbe fondamentale in ottica mondiale: Dovi e' ancora il secondo favorito, ma la distanza da Marquez e' aumentata; il trionfo dello spagnolo vale adesso 1,25, quello del ducatista sale a 5,00.

Juventus, Allegri: "Straordinari, non sarà facile ripetere quattro anni del genere"
Ma vincere non è mai semplice, i ragazzi 4 giorni fa hanno vinto la Coppa Italia e oggi siamo qui a festeggiare lo scudetto ". Sicuramente l'anno prossimo ci saranno giocatori che andranno via e altri che arriveranno.

Sesto tempo per Rossi con la seconda M1 ufficiale: Valentino è stato l'unico ad usare entrambe le gomme Michelin morbide davanti e dietro ed ha utilizzato un telaio modificato nella parte centrale, con una vite di serraggio ed una piccola staffa di supporto. "Veniamo da un momento duro, in cui non sono stato molto veloce - ammette il fenomeno di Tavullia - Nei test non avevamo molte cose da provare: a Jerez abbiamo lavorato su alcuni dettagli; poi al Mugello ci siamo concentrati sulla comprensione del bilanciamento giusto per la moto, ma ha piovuto". Questa di Le Mans sarà una gara importante: dobbiamo essere concentrati e lavorare bene da subito, puntando a dare qualcosa in più per fare bene, viste le nostre difficoltà.

Iannone: "Suzuki migliorata" - Suzuki, che nei primi quattro round della stagione ha già conquistato tre podi, due dei quali grazie ad Andrea Iannone.