Finanza

Scacco matto di Salvini.Grazie a Mattarella può diventare Premier

Scacco matto di Salvini.Grazie a Mattarella può diventare Premier

A seguito di questi due incontri si era registrata immediatamente un'altissima tensione per la conferma del veto del Quirinale nei confronti di Paolo Savona all'Economia. Quel che filtra dal Quirinale è che il capo dello Stato non intende cedere sulle sue prerogative. Ma in Italia dove la Costituzione pare valere a giorni alterni, tutto può succedere.

Una decisione che ha portato il leghista Matteo Salvini a esprimere tutto il suo disappunto via Facebook, "Sono davvero arrabbiato", ottenendo l'appoggio sempre via social di Luigi Di Maio. "Non ne faccio una questione di nomi e cognomi ma di rispetto del voto degli italiani", ha spiegato Salvini.

Ieri dopo l'ennesima riunione tra i leader di Lega e M5S e i rappresentanti del colle del Presidente della Repubblica Mattarella, per cercare di stabilire finalmente un governo che ormai manca da quasi 80 giorni, vi è stato l'ennesimo colpo di scena. L'unico rischio che vedo - ha aggiunto - è un'ulteriore frattura tra i palazzi del potere e gli italiani.

"Pertini disse no a Cossiga su Darida alla Difesa (1979), Scalfaro a Berlusconi su Previti alla Giustizia (1994), Ciampi a Berlusconi su Maroni alla Giustizia (2001), Napolitano a Renzi su Gratteri alla Giustizia (2014)".

Finale Europa League, i pronostici: 2 di Marsiglia-Atletico Madrid a 1,87
Marsiglia (4-2-3-1): Pelé; Sarr, Rami , Gustavo , Amavi; Lopez , Sanson; Thauvin , Ocampos , Payet; N'Jie . La squadra di Rudi Garcia colpisce un palo con Mitroglu nel finale , ma allo scadere triplica Gabi .

Anche il premier incaricato, Giuseppe Conte, ha gettato acqua sul fuoco, affermando che le consultazioni sono state "utili" per la formazione del Governo ed annunciando che dedicherà "l'intera giornata di domani ad elaborare una proposta da sottoporre al presidente della Repubblica. Bullizzare il Capo dello Stato ignorando l'articolo 92 è una prepotenza inaccettabile e incostituzionale".

"In questo momento il presidente del Consiglio incaricato insieme al Presidente della Repubblica sta lavorando per riuscire a dare un governo al Paese". "Chi si ferma è perduto" è una delle più note frasi di Benito Mussolini, pronunciata dal Duce durante un discorso a Genova, il 14 maggio 1938. O ancora, l'Economist che raffigura Conte nei panni di Arlecchino servitore di Salvini e Di Maio.

Ore decisive per la nascita del governo di Giuseppe Conte. Solo ricostruzioni giornalistiche o una pista che renderebbe ancora più travagliata questa legislatura?

Avevo fatto presente sia al presidente del consiglio che ai capi politici che per alcuni ministeri avrei esercitato particolare attenzione. E nella 'lista' compare in neretto anche il nome di Paolo Savona per il dicastero di via XX settembre. Il leader della Lega ha ribadito che per il governo che ha in mano il futuro dell'Italia decidono gli italiani, se siamo in democrazia. "In questo Paese puoi essere un criminale condannato, un condannato per frode fiscale, puoi essere Alfano, puoi avere fatto reati contro la pubblica amministrazione, puoi essere una persona sotto indagine per corruzione e il ministro lo puoi fare ma se hai criticato l'Europa non puoi permetterti neanche di fare il ministro dell'Economia in Italia".