Loading...
You are here:  Home  >  Aziende e Mercati  >  Current Article

Approvato il Piano D’azione Nazionale contro il gioco compulsivo

By   /  19 dicembre 2013  /  Commenti disabilitati

    Print       Email

Tutti d’accordo sugli interventi di supporto da adottare contro il Gioco compulsivo. E’ stato stillato e sottoscritto il Piano d’azione nazionale (PAN) sulle attività da intraprendere e mettere al più presto in campo, per la prevenzione del gioco patologico, per tutto il biennio 2013-2015. Il Piano d’azione nazionale nasce come risposta all’esigenza di intervento su un fenomeno che sta interessando il nostro paese, come tutela e aiuto per i soggetti più a rischio, ma anche come un faro indispensabile per poter meglio coordinare e integrare gli interventi su tutto il territorio nazionale e indirizzare ii vari interventi che possono essere messi in campo da varie e differenti organizzazioni operanti nel settore. 

Questo piano di intervento Piano d’azione nazionale, nasce all’interno dell’ Osservatorio sul Gioco d’Azzardo Problematico (GAP) istituito dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con il coordinamento tecnico scientifico del Capo dipartimento delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei ministri, e la collaborazione con Ministeri della Salute, dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dello Sviluppo Economico.

Un  importante apporto è arrivato anche dalle associazioni dei famigliari, che bene conoscono la situazione di dipendenza e hanno così potuto contribuire con la loro esperienza nella stesura degli interventi. Si è scelto ti coinvolgere anche associazioni dei consumatori (Age, Codacons e Moige) e dei Comuni Regioni e delle Province Autonome. In più si è deciso di creare un Comitato consultivo, proprio per non escludere nessuno, integrare la visione della società contemporanea, che vive anche di striscio la questione legata alla dipendenza da gioco, con una visione più specializzata capace di codificare esigenze differenti e renderle efficaci.

Il Piano d’azione nazionale prevede anche una campagna comunicativa sulla prevenzione che prevede di diffondere materiali sulla ludopatia da diffondere presso scuole, insegnanti, famiglie/genitori, centri anziani, non escludendo Internet e social network. Creazione e diffusione di spot tv e radio e promozione di azioni di comunicazione e di approfondimento specialistico sulle problematiche legate al gioco d’azzardo illegale e al contatto con le organizzazioni criminali. Verrà anche introdotta una rete nazionale di help line, ovviamente situate presso strutture pubbliche. Molto efficace saranno studi e ricerche sul GAP con testing di software per identificazione di giocatori problematici durante il gioco e realizzazione di un’unità mobile come riferimento diretto “in strada”, capace di far emergere e aiutare tutte le problematiche di dipendenza soprattutto slot machine e VLT.

Finalmente un accordo che in modo unanime ha convinto operatori del settore, politici e società civile, speriamo un buon supporto per prevenire ogni forma di dipendenza e uso improprio del gioco.

    Print       Email
  • advertising

You might also like...

cassazione-agenzialegale

AGìSCO: Nuovo rinvio del bando alla Corte di Giustizia, un “lasciapassare” che può dare il colpo di grazia alla rete di Stato

Read More →